Bonus elettrico

Dal 15 dicembre 2009 è attivo il cosiddetto “bonus elettrico” che assicura un risparmio sulla spesa per energia alle famiglie in condizioni disagio economico e/o fisico e alle famiglie numerose.

Tale compensazione è uno strumento introdotto dal Governo e gestito con la collaborazione dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) e i Comuni.

Chi ne ha diritto

Il bonus è previsto in casi di:

  • Disagio economico
    • clienti domestici con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
    • clienti domestici con più di 3 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
    • titolari di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza (I titolari del Reddito di cittadinanza, in base alla legge 28 marzo 2019, n. 26, hanno diritto ad accedere al bonus elettrico, gas anche se la soglia ISEE è superiore a 8.265 euro).
  • Disagio fisico (gravi condizioni di salute)
    • clienti domestici affetti da grave malattia o clienti domestici con fornitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, costretti ad utilizzare apparecchiature mediche alimentate con l’energia elettrica (elettromedicali) indispensabili per il mantenimento in vita.

Come richiedere il bonus sociale elettrico per disagio economico

Per accedere al bonus sociale elettrico il cittadino deve recarsi presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto da questo designato, presentando l’apposita modulistica compilata in ogni sua parte.

I moduli sono reperibili sul sito dell’Autorità di regolazione per Energia Reti e Ambiente (https://www.arera.it/it/consumatori/ele/bonusele_ec.htm#diritto).

Per la loro compilazione sono necessarie alcune informazioni relative al cliente, alla sua residenza, al suo stato di famiglia e alle caratteristiche del contratto di fornitura di energia elettrica (reperibili sulle bollette).

Il bonus elettrico è cumulabile con il bonus gas.

Durata del bonus e rinnovo per disagio economico

Il bonus è valido per 12 mesi e ne può essere richiesto il rinnovo se permangono le condizioni di disagio economico. Al termine di tale periodo, per ottenere un nuovo bonus, il cittadino deve rinnovare la richiesta di ammissione presentando apposita domanda.

Erogazione del bonus per disagio economico

Il valore del bonus dipende dal numero di componenti della famiglia anagrafica ed è aggiornato annualmente dall’Autorità.

Il bonus viene scontato direttamente in fattura per tutto il periodo in cui se ne beneficia.

Come richiedere il bonus sociale elettrico per disagio fisico

Per accedere al bonus sociale elettrico il cittadino deve recarsi presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto da questo designato, presentando l’apposita modulistica compilata in ogni sua parte.

I moduli sono reperibili sul sito dell’Autorità di regolazione per Energia Reti e Ambiente (COLLEGAMENTO  https://www.arera.it/it/consumatori/ele/bonusele_ec.htm#diritto).

Per avere accesso al bonus elettrico per disagio fisico, va presentato apposito certificato ASL. È inoltre necessario avere alcune informazioni relative al cliente, alla sua residenza, al suo stato di famiglia e alle caratteristiche del contratto di fornitura di energia elettrica (reperibili sulle bollette).

Non è richiesta la presentazione dell’ISEE. Il bonus per queste situazioni viene concesso indipendentemente dalla fascia di reddito del richiedente.

Durata del bonus e rinnovo per disagio fisico

Il bonus per disagio fisico non deve essere rinnovato, ma viene erogato fino a quando termina l’uso delle apparecchiature elettromedicali.

Erogazione del bonus per disagio fisico

Il valore del bonus per disagio fisico è articolato in 3 livelli che dipendono da: potenza contrattuale, apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e tempo giornaliero di utilizzo.

Il bonus viene scontato direttamente in fattura per tutto il periodo in cui se ne beneficia.

Per ulteriori informazioni, visita sito dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente  https://www.arera.it/it/consumatori/ele/bonusele_ec.htm#diritto  o chiama il numero verde dello Sportello per il consumatore di energia e ambiente 800.166.654.

Menu