Grande successo per le Casette dell’acqua

foto2

Sinergas collabora da marzo 2016 con ProAcqua Group per l’installazione di Casette dell’acqua nei comuni del territorio. Si tratta di moderni erogatori di acqua liscia e gassata, piacevolmente fresca, a disposizione della popolazione a un prezzo vantaggioso (3 centesimi al litro l’acqua naturale, 5 centesimi al litro la frizzante).

Attualmente le Casette dell’acqua sono presenti nei seguenti comuni: Finale Emilia, Nonantola, Poggio Rusco, Crevalcore, Sant’Agata Bolognese e Ravarino. Numerose altre installazioni sono in fase di programmazione.
Da marzo a settembre sono stati erogati 201.612 litri di acqua naturale e 156.934 litri di acqua gasata. 
Le Casette dell’acqua rappresentano una possibilità di risparmio economico per le famiglie ma sono anche una risorsa preziosa per il rispetto dell’ambiente poiché consentono di evitare lo spreco e l’inquinamento legato al consumo di acqua in bottiglie di plastica.

Ogni cittadino italiano spende in media 200€ all’anno per l’acquisto di acqua in bottiglia. L’acqua viene conservata nelle bottiglie di plastica da 3 a 9 mesi e nel prezzo pagato per ogni bottiglia la materia prima acqua incide per una frazione inferiore allo 0,5%, il resto è dovuto al costo della bottiglia, al trasporto e alla pubblicità. Una famiglia consuma mediamente 800 litri di acqua all’anno, pari a 540 bottiglie da 1,5 litri. Per produrle si impiegano 54kg di petrolio e 324 litri d’acqua, emettendo 43kg di CO2 in atmosfera. Per smaltirle e bruciarle si impiega 1 litro di gasolio, emettendo 57kg di CO2.

L’acqua in bottiglia costa oltre mille volte di più dell’acqua del rubinetto e spesso la qualità non è migliore. Utilizzando le Casette dell’acqua si contribuisce a ridurre l’inquinamento ambientale e lo spreco delle risorse.



Post a comment