Prescrizione fatture

Prescrizione ridotta da 5 a 2 anni

In attuazione della Legge di bilancio 2018, nei casi di rilevanti ritardi nella fatturazione per responsabilità del venditore o del distributore, il cliente potrà eccepire la prescrizione e pagare solo gli importi riferiti ai consumi degli ultimi 2 anni.

La riduzione della prescrizione da 5 a 2 anni è prevista per le forniture elettriche dal 1° marzo 2018 e per quelle gas dal 1° gennaio 2019.

Dal 2019, al cliente sarà segnalato che la fattura contiene importi per consumi risalenti a più di 2 anni e, qualora la responsabilità del ritardo sia imputabile al venditore o al distributore, gli sarà comunicato che per esercitare il proprio diritto di eccepire la prescrizione, deve manifestare la volontà di non pagare tramite il format allegato alla medesima fattura o reso QUI disponibile.

Inoltre, nel caso sia attiva la domiciliazione bancaria/postale per l’addebito delle fatture, gli importi oggetto di prescrizione non saranno automaticamente richiesti in pagamento agli istituti di credito.

Nel caso di presunta responsabilità del ritardo di fatturazione di consumi risalenti a più di due anni attribuibile al cliente, il venditore dovrà indicare nella bolletta l’ammontare degli importi relativi a tali consumi – che devono essere pagati -, nonché i motivi della presunta responsabilità del cliente e la possibilità di inviare un eventuale reclamo al venditore tramite uno dei canali resi QUI disponibili da Sinergas.

Qualora il venditore rinunciasse autonomamente ai crediti prescrittibili, ne darà adeguata informazione al cliente.

Menu